contatti

Campagna Salvataggio Anfibi 2019 – Avviso Importante

Published by:

A breve inizierà la campagna di salvataggio anfibi che ci vedrà impegnati fino ad aprile/maggio e, mai come ora, abbiamo bisogno di persone che prendano un piccolo impegno di dedicare un paio d’ore alla settimana per la tutela di questi piccoli ma importanti animaletti.

Chi fosse interessato ci contatti al più presto.

 

Sabato 16 febbraio ore 8,30 in via Como a Montorfano cominciamo a posare le barriere, passa a trovarci.

contatti

CAMPAGNA SALVATAGGIO ANFIBI 2019

Published by:

Conosci la storia delle centinaia di rospi che ogni anno attraversano la strada per raggiungere il lago?

Sai quanto rischiamo?

Vorresti fare la DIFFERENZA impegnandoti una sola sera a settimana, prima o dopo cena?

Vieni MERCOLEDI’ 30 GENNAIO 2019 ore 21.00 presso la nostra sede.

30-gen-serata-volantino_001

Clicca sulla foto per ingrandire il volantino

contatti

SABATO 1 DICEMBRE 2018

Published by:

Camminando Camminando…… abbiamo portato in dono un pino all’associazione Il Gambero di Capiago Intimiano.

lb567835

img_20181201_140815

Un simbolo che ha percorso i sentieri della Riserva fino a giungere a Capiago.

img_20181201_141425

img_20181201_143056

 

lb567840lb567846

img_20181201_144820

img_20181201_153437

img_20181201_153425lb567850

Tanti complimenti all’associazione Il Gambero per il loro progetto di riqualificazione del bosco.

lb567852

 

L’unione fa la forza…..

lb567851

 

Un ringraziamento al nostro mitico fotografo Lino.

img_20181201_143627

contatti

21 NOVEMBRE 2018: FESTA DEGLI ALBERI

Published by:

Frama, TeCri, Il Grande Occhio Di Falco, Freddy il piccolo fiorellino, Alberix, Arcobaleno, Ombretta, Elio, Oliver, Magno.

Sono i nomi di dieci nuovi amici degli alunni della Scuola Primaria del nostro Paese.

Ma i ragazzi saranno i loro protettori perché responsabili del loro sviluppo e della loro salute.
I nuovi amici da ieri mattina vivono nel prato della Riserva, di proprietà del Comune, vicino al lago.

img_20181121_131542
Sono stati piantati in occasione della ‘” Festa degli alberi ” celebrata con lo scopo di far nascere nei giovani il rispetto e l’ amore per la Natura.
Alla cerimonia erano presenti il Sindaco, l’assessore Limonta e don Alessandro che hanno spieģato il significato della festa.

Il Sindaco ha affidato ufficialmente a tutti i ragazzi la difesa della nostra Riserva Naturale e di tutto il nostro Paese, invitandoli ad essere sentinelle vigili e attive e ha sottolineato l’ importanza di creare nelle nuove generazioni che si trovano ad affrontare problemi ed emergenze ambientali sempre nuovi e su scala globale, una forte coscienza ecologica.

Don Alessandro ha chiesto ai ragazzi di ” osservare bene” l’albero che ha radici ben salde nel terreno e chiome rigogliose rivolte al cielo da cui trarre luce, cioè “amore” da trasmettere a tutti nel ricordo di San Francesco che chiamava “fratello” e “sorella” tutti gli elementi della Natura.

Il presidente de L’ Ontano, Cristian Civati, ha sottolineato l’ importanza della collaborazione tra gli Enti preposti alla tutela dell’ ambiente nel nostro Paese.

Le piantine sono state messe a disposizione dal Parco Regionale della Valle del Lambro.

img_20181117_112731

 

img_20181117_113104

Nella foto il recupero delle piante offerte dal Parco Valle Lambro. 

L’impegno dei volontari è sempre da ammirare…. 

 
La presidente, con una nota scritta, ha comunicato di non poter presenziare all’ importante manifestazione a causa di impegni assunti in precedenza.

I ragazzi oltre alle coccarde da appendere ad ogni albero, su cui hanno scritto il nome e frasi molto significative, hanno preparato ( classi quarta e quinta ) un cartello con le caratteristiche specifiche delle piante messe a dimora : salici e ontani, piante tipiche della nostra Riserva .

Si invitano tutti a leggere attentamente i pensieri scritti sulle coccarde, ricchi di significato e si sottolinea una frase riportata da Don Alessandro :
” FA PIÙ RUMORE UNA PIANTA CHE CADE  CHE UNA FORESTA CHE CRESCE “
Grazie ragazzi, grazie insegnanti !

contatti

COMUNICATO STAMPA DEL 23 OTTOBRE 2018

Published by:

contatti

DOMENICA 30 SETTEMBRE 2018: VIA LONGA

Published by:

per conto del gruppo di studio di Antica Via Longa“, vi invitiamo DOMENICA 30 SETTEMBRE a partecipare al nuovo tratto dell’Antica Via Longa
nei territori di Barzanò, Cremella, Sirtori e dell’Unione dei Comuni Lombarda della Valletta, con un inedito itinerario attraverso un brano di Brianza caratterizzato da vicende storiche molto antiche. 
avl-antica-via-longa-barzano-perego-30-settembre-2018-def_001
Clicca sulla foto per ingrandire locandina.

Il gruppo di studio delle associazioni promotrici dell’iniziativa, in collaborazione con le amministrazioni comunali di Barzanò, Cremella, Sirtori e dell’Unione dei Comuni Lombarda della Valletta, propongono questo facile itinerario, di circa 9 chilometri, che attraversa le aree naturalistiche del Parco Agricolo della Valletta e del Parco Regionale di Montevecchia e della Valle del Curone. L’escursione, frutto di approfondite ricognizioni sul territorio e della paziente analisi di testi e di antiche carte, costituisce il naturale proseguimento dei cammini già studiati e percorsi nel recente passato lungo il tratto tra Tavernerio e Bulciago, passando per Montorfano, Orsenigo, Alzate, Inverigo, Lurago d’Erba, Lambrugo e Nibionno. L’escursione Cassago Brianza-Ceregallo di Sirtori, sospesa in primavera per il maltempo, verrà riproposta alla fine di ottobre.

L’Antica Via Longa era verosimilmente un tracciato viario, di origine protostorica, che collegava Como con Bergamo, attraversava le colline a meridione dei laghi Briantei ed il fiume Adda a Brivio per poi proseguire verso Brescia, Verona e Aquileia. Insubri, Romani, Goti, Bizantini e Longobardi transitarono per questa via portando le loro merci, culture e purtroppo anche le loro armi.

Scopo del progetto di Antica Via Longa è stimolare la ricerca storica nelle comunità locali e valorizzare il patrimonio culturale, storico e naturale creando un fil rouge che leghi idealmente i territori toccati da questo antico asse stradale.

Partendo dall’antico centro di Barzanò, si visiterà in chiave archeologica e storica la parrocchiale di San Vito, si sfiorerà l’imponente torre del castello medievale e si entrerà nella magnifica Canonica di San Salvatore, millenario scrigno di arte e di storia. A San Feriolo, la piccola chiesa di Sant’Anna verrà aperta appositamente: questa località fu luogo natio di don Rinaldo Beretta, sacerdote e grande storico della Brianza. L’escursione è a lui dedicata e vuole essere un invito a rileggere i suoi scritti fra cui ‘Barzanò Antica’ e ‘Pagine di Storia Briantina’.

Proseguendo per il sentiero Madonna dei Poveri, l’itinerario incontra i territori di Sirtori, di La Valletta Brianza e del Parco regionale della Valle del Curone, intercettando le tracce, talvolta significative, degli storici tracciati che dalla Bevera (probabile crocevia di antiche direttrici) si immettevano nella Valle di Rovagnate. Lo testimoniano il progressivo e costante succedersi di antichi insediamenti rurali, quali Resempiano, Roncaria, Casuerchio e Biscioia e diffusi ritrovamenti archeologici di datazione romana o addirittura di epoca precedente. Molteplici terrapieni, antiche opere murarie di sostegno e resti di fortificazioni punteggiano l’antica strada fra panorami e luoghi agricoli ancora intatti. Sorprende il gran numero di edicole sacre che si incontrano. I resti del castello medievale di Perego con la sua bella torre, la visita alla restaurata antica chiesa parrocchiale con il vicino chiostro dallo stile rinascimentale – entrambi dedicati a San Giovanni evangelista – concluderanno la passeggiata.

Gli ultimi tepori autunnali accompagneranno gli escursionisti ed esperte guide locali racconteranno le vicende storiche lungo il percorso.

L’iniziativa è rivolta a chi, per lavoro o per passione, è interessato alla storia del territorio ed alla cultura locale, senza dimenticare di coinvolgere le nuove generazioni.

Gli organizzatori credono che questa escursione, al pari delle precedenti e delle prossime, sia una significativa occasione di promozione culturale e turistica del territorio ed un’importante opportunità per far riemergere valenze storiche ed ambientali, ora frammentarie, ora dimenticate.

Il ritrovo di partenza è previsto alle ore 8:15 presso il sagrato della Chiesa parrocchiale di San Vito a Barzanò con arrivo previsto al chiostro di San Giovanni a Perego alle ore 12:45 circa. Volenterosi, con auto parcheggiate nei pressi del luogo d’arrivo, riporteranno i partecipanti a Barzanò. Essendo previsti lunghi tratti di percorso su fondo naturale, si consiglia di indossare calzature impermeabili ed indumenti idonei per l’escursionismo all’aria aperta.  

L’iscrizione è gratuita ma obbligatoria – fino ad un numero massimo di 150 partecipanti – scrivendo all’indirizzo e-mail anticavialonga@tim.it (indicando nome, cognome e comune di residenza)

Per informazioni, aggiornamenti ed in caso di maltempo visitare la pagina: https://anticavialonga.blogspot.com/

oppure scrivere all’indirizzo e-mail  anticavialonga@tim.it

Di seguito sono riportati i luoghi dell’escursione con orario indicativo di passaggio:


Barzanò / Cremella


Ore 8:15 – ritrovo di partenza presso il sagrato della chiesa parrocchiale di San Vito e Modesto in via Garibaldi a Barzanò (molto vicini sono i parcheggi pubblici lungo le vie XX Settembre, Pirovano, Monsignor Colli e Leonardi da Vinci).

 Ore 8:45 – Visita guidata della chiesa di San Vito che conserva ancora elementi architettonici della sua antichità.

Ore 9:30 – Dopo aver passato la torre e resti del castello (un tempo formidabile ed imponente, fu distrutto dai Milanesi nel XII secolo) si entrerà nella medievale e bellissima Canonica di San Salvatore, monumento che ha molto da raccontare compreso il suo salvataggio e recupero in tempi recenti.

Ore 10:15 – Si attraverserà il borgo, incontrando Villa Manara (già dimora dell’eroe risorgimentale) e l’edicola con la Statua di Maria Vergine in trono col Bambin Gesù sull’angolo di via Madonnina. Per siepi, rogge e prati rigogliosi, ci si addentrerà nel Parco Agricolo della Valletta, passando per la storica strada della Cappelletta, in un sorprendente ambiente campestre con piacevoli viste sulle Prealpi.

Ore 10:40 – Visita alla chiesetta di Sant’Anna in San Feriolo di probabile fondazione carolingia. Qui, vicino alla sua casa natia, verrà ricordato Don Rinaldo Beretta (Barzanò 1875 – Robbiano di Giussano 1976) sacerdote e indimenticato storico della Brianza. Si proseguirà verso l’agreste Sentiero della Madonna dei Poveri sfiorando luoghi di ritrovamenti di imponenti tombe ad inumazione, di tarda epoca romana.


Sirtori / La Valletta Brianza

 Ore 11:00 – Si percorreranno strade silvo-pastorali del Parco Regionale di Montevecchia e della Valle del Curone in paesaggi memorabili e carichi di storia. La Cappelletta di Roncaria, isolata nel bosco, testimonia la presenza di tracciati antichi.

Ore 11:30 – Sempre seguendo lo storico tracciato fino a Rovagnate – dove era noto come Strada Maestra – il percorso incontra le antiche cascine di Roncaria, Casuerchio e Biscioia, che hanno conservato atmosfere agricole altrove completamente perse, per poi costeggiare il parco di Villa Biscia, poco prima d’attraversare l’ex strada statale.

Ore 12:00 – Alle porte del borgo, la notevolissima, seppur recente, edicola sacra dedicata a San Michele, un tempo particolarmente caro ai Longobardi, introduce al breve e suggestivo itinerario (incantevole la vista che abbraccia il San Genesio, i colli di Alduno e del Buonmartino ed il Canto di Pontida) che conduce per mulattiere e vie medievali al centro storico Perego, impreziosito dalla ben conservata torre e dalle restanti vestigia del castello. La visita all’antica parrocchiale ed ai nobili colonnati del chiostro di San Giovanni Evangelista concluderanno l’escursione.

Ore 12:45: Termine dell’escursione.


Grazie per l’attenzione


per il gruppo di studio di Antica Via Longa

Luigi Perego / Gianni Casiraghi


partecipano e collaborano al progetto dell’Antica Via Longa:

 Associazione Amiki di Tavernerio,

 Associazione Calnach di Cremnago,

 Associazione Comunità della Pieve di Incino,

 Associazione Culturale Brianze,

 Associazione l’Ontano di Montorfano,

 Associazione La Martesana di Erba,

 Associazione Orrido d’Inverigo,

 Associazione Storico-Culturale Sant’Agostino di Cassago Brianza,

 Circolo Ambiente Ilaria Alpi di Alzate Brianza,

 Circolo Fotografico d’Inverigo,

 Comitato Civico “Progetto in Comune” di Tavernerio,

 Comitato per il Parco Regionale della Brughiera,

 Comitato per l’ampliamento del Parco Brianza Centrale,

 ProLoco Cremella.

contatti

COMUNICATO STAMPA DEL 03 AGOSTO 2018

Published by:

Buongiorno,
in questo torrido agosto inviamo un COMUNICATO STAMPA, già apparso su qualche testata giornalistica, contro le recenti dichiarazioni di diversi politici locali e nazionali riguardanti la richiesta di finanziare il secondo lotto della tangenziale di Como e far ripartire il sistema Pedemontana Lombarda.

Il Comunicato è sottoscritto da diverse sigle e associazioni, compresa la nostra, che da decenni cercano di tutelare gli ultimi territori verdi a nord di Milano che, con questi progetti di infrastrutture “strategiche” devastanti e inutili, sono a rischio di “estinzione”.
Molte altre associazioni stanno per sottoscrivere questo documento a dimostrazione del fatto che non esiste solo un “pensiero unico” che ritiene sciaguratamente che le “grandi opere” sono la soluzione di tutti i nostri problemi. Ci siamo anche “noi tutti” che abbiamo un modo di pensare il futuro dei nostri territori diverso e sicuramente sostenibile a livello ambientale e sociale.
Speriamo che questo possa essere il preludio per iniziare un percorso comune per contrastare questi progetti qualora si continuasse imperterriti a riproporli.
Vi chiediamo di far circolare fra i vostri conoscenti e amici questo documento visto che sulla stampa passano soprattutto le posizioni di chi ha in mente solo le “grandi opere” che devasterebbero gli ultimi lembi sopravvissuti di Brughiera e del passato-presenterurale brianzolo.
Con questo vi auguriamo comunque un buon Ferragosto, dovunque lo passiate, e vi rimandiamo a settembre per le nuove attività e iniziative con noi in Brughiera ma non solo.
Cordiali Saluti.

comunicato-stampa-definitivo-03-08-2018

Clicca sulla foto per ingrandire il comunicato stampa