contatti

COMUNICATO STAMPA DEL 23 OTTOBRE 2018

Published by:

contatti

DOMENICA 30 SETTEMBRE 2018: VIA LONGA

Published by:

per conto del gruppo di studio di Antica Via Longa“, vi invitiamo DOMENICA 30 SETTEMBRE a partecipare al nuovo tratto dell’Antica Via Longa
nei territori di Barzanò, Cremella, Sirtori e dell’Unione dei Comuni Lombarda della Valletta, con un inedito itinerario attraverso un brano di Brianza caratterizzato da vicende storiche molto antiche. 
avl-antica-via-longa-barzano-perego-30-settembre-2018-def_001
Clicca sulla foto per ingrandire locandina.

Il gruppo di studio delle associazioni promotrici dell’iniziativa, in collaborazione con le amministrazioni comunali di Barzanò, Cremella, Sirtori e dell’Unione dei Comuni Lombarda della Valletta, propongono questo facile itinerario, di circa 9 chilometri, che attraversa le aree naturalistiche del Parco Agricolo della Valletta e del Parco Regionale di Montevecchia e della Valle del Curone. L’escursione, frutto di approfondite ricognizioni sul territorio e della paziente analisi di testi e di antiche carte, costituisce il naturale proseguimento dei cammini già studiati e percorsi nel recente passato lungo il tratto tra Tavernerio e Bulciago, passando per Montorfano, Orsenigo, Alzate, Inverigo, Lurago d’Erba, Lambrugo e Nibionno. L’escursione Cassago Brianza-Ceregallo di Sirtori, sospesa in primavera per il maltempo, verrà riproposta alla fine di ottobre.

L’Antica Via Longa era verosimilmente un tracciato viario, di origine protostorica, che collegava Como con Bergamo, attraversava le colline a meridione dei laghi Briantei ed il fiume Adda a Brivio per poi proseguire verso Brescia, Verona e Aquileia. Insubri, Romani, Goti, Bizantini e Longobardi transitarono per questa via portando le loro merci, culture e purtroppo anche le loro armi.

Scopo del progetto di Antica Via Longa è stimolare la ricerca storica nelle comunità locali e valorizzare il patrimonio culturale, storico e naturale creando un fil rouge che leghi idealmente i territori toccati da questo antico asse stradale.

Partendo dall’antico centro di Barzanò, si visiterà in chiave archeologica e storica la parrocchiale di San Vito, si sfiorerà l’imponente torre del castello medievale e si entrerà nella magnifica Canonica di San Salvatore, millenario scrigno di arte e di storia. A San Feriolo, la piccola chiesa di Sant’Anna verrà aperta appositamente: questa località fu luogo natio di don Rinaldo Beretta, sacerdote e grande storico della Brianza. L’escursione è a lui dedicata e vuole essere un invito a rileggere i suoi scritti fra cui ‘Barzanò Antica’ e ‘Pagine di Storia Briantina’.

Proseguendo per il sentiero Madonna dei Poveri, l’itinerario incontra i territori di Sirtori, di La Valletta Brianza e del Parco regionale della Valle del Curone, intercettando le tracce, talvolta significative, degli storici tracciati che dalla Bevera (probabile crocevia di antiche direttrici) si immettevano nella Valle di Rovagnate. Lo testimoniano il progressivo e costante succedersi di antichi insediamenti rurali, quali Resempiano, Roncaria, Casuerchio e Biscioia e diffusi ritrovamenti archeologici di datazione romana o addirittura di epoca precedente. Molteplici terrapieni, antiche opere murarie di sostegno e resti di fortificazioni punteggiano l’antica strada fra panorami e luoghi agricoli ancora intatti. Sorprende il gran numero di edicole sacre che si incontrano. I resti del castello medievale di Perego con la sua bella torre, la visita alla restaurata antica chiesa parrocchiale con il vicino chiostro dallo stile rinascimentale – entrambi dedicati a San Giovanni evangelista – concluderanno la passeggiata.

Gli ultimi tepori autunnali accompagneranno gli escursionisti ed esperte guide locali racconteranno le vicende storiche lungo il percorso.

L’iniziativa è rivolta a chi, per lavoro o per passione, è interessato alla storia del territorio ed alla cultura locale, senza dimenticare di coinvolgere le nuove generazioni.

Gli organizzatori credono che questa escursione, al pari delle precedenti e delle prossime, sia una significativa occasione di promozione culturale e turistica del territorio ed un’importante opportunità per far riemergere valenze storiche ed ambientali, ora frammentarie, ora dimenticate.

Il ritrovo di partenza è previsto alle ore 8:15 presso il sagrato della Chiesa parrocchiale di San Vito a Barzanò con arrivo previsto al chiostro di San Giovanni a Perego alle ore 12:45 circa. Volenterosi, con auto parcheggiate nei pressi del luogo d’arrivo, riporteranno i partecipanti a Barzanò. Essendo previsti lunghi tratti di percorso su fondo naturale, si consiglia di indossare calzature impermeabili ed indumenti idonei per l’escursionismo all’aria aperta.  

L’iscrizione è gratuita ma obbligatoria – fino ad un numero massimo di 150 partecipanti – scrivendo all’indirizzo e-mail anticavialonga@tim.it (indicando nome, cognome e comune di residenza)

Per informazioni, aggiornamenti ed in caso di maltempo visitare la pagina: https://anticavialonga.blogspot.com/

oppure scrivere all’indirizzo e-mail  anticavialonga@tim.it

Di seguito sono riportati i luoghi dell’escursione con orario indicativo di passaggio:


Barzanò / Cremella


Ore 8:15 – ritrovo di partenza presso il sagrato della chiesa parrocchiale di San Vito e Modesto in via Garibaldi a Barzanò (molto vicini sono i parcheggi pubblici lungo le vie XX Settembre, Pirovano, Monsignor Colli e Leonardi da Vinci).

 Ore 8:45 – Visita guidata della chiesa di San Vito che conserva ancora elementi architettonici della sua antichità.

Ore 9:30 – Dopo aver passato la torre e resti del castello (un tempo formidabile ed imponente, fu distrutto dai Milanesi nel XII secolo) si entrerà nella medievale e bellissima Canonica di San Salvatore, monumento che ha molto da raccontare compreso il suo salvataggio e recupero in tempi recenti.

Ore 10:15 – Si attraverserà il borgo, incontrando Villa Manara (già dimora dell’eroe risorgimentale) e l’edicola con la Statua di Maria Vergine in trono col Bambin Gesù sull’angolo di via Madonnina. Per siepi, rogge e prati rigogliosi, ci si addentrerà nel Parco Agricolo della Valletta, passando per la storica strada della Cappelletta, in un sorprendente ambiente campestre con piacevoli viste sulle Prealpi.

Ore 10:40 – Visita alla chiesetta di Sant’Anna in San Feriolo di probabile fondazione carolingia. Qui, vicino alla sua casa natia, verrà ricordato Don Rinaldo Beretta (Barzanò 1875 – Robbiano di Giussano 1976) sacerdote e indimenticato storico della Brianza. Si proseguirà verso l’agreste Sentiero della Madonna dei Poveri sfiorando luoghi di ritrovamenti di imponenti tombe ad inumazione, di tarda epoca romana.


Sirtori / La Valletta Brianza

 Ore 11:00 – Si percorreranno strade silvo-pastorali del Parco Regionale di Montevecchia e della Valle del Curone in paesaggi memorabili e carichi di storia. La Cappelletta di Roncaria, isolata nel bosco, testimonia la presenza di tracciati antichi.

Ore 11:30 – Sempre seguendo lo storico tracciato fino a Rovagnate – dove era noto come Strada Maestra – il percorso incontra le antiche cascine di Roncaria, Casuerchio e Biscioia, che hanno conservato atmosfere agricole altrove completamente perse, per poi costeggiare il parco di Villa Biscia, poco prima d’attraversare l’ex strada statale.

Ore 12:00 – Alle porte del borgo, la notevolissima, seppur recente, edicola sacra dedicata a San Michele, un tempo particolarmente caro ai Longobardi, introduce al breve e suggestivo itinerario (incantevole la vista che abbraccia il San Genesio, i colli di Alduno e del Buonmartino ed il Canto di Pontida) che conduce per mulattiere e vie medievali al centro storico Perego, impreziosito dalla ben conservata torre e dalle restanti vestigia del castello. La visita all’antica parrocchiale ed ai nobili colonnati del chiostro di San Giovanni Evangelista concluderanno l’escursione.

Ore 12:45: Termine dell’escursione.


Grazie per l’attenzione


per il gruppo di studio di Antica Via Longa

Luigi Perego / Gianni Casiraghi


partecipano e collaborano al progetto dell’Antica Via Longa:

 Associazione Amiki di Tavernerio,

 Associazione Calnach di Cremnago,

 Associazione Comunità della Pieve di Incino,

 Associazione Culturale Brianze,

 Associazione l’Ontano di Montorfano,

 Associazione La Martesana di Erba,

 Associazione Orrido d’Inverigo,

 Associazione Storico-Culturale Sant’Agostino di Cassago Brianza,

 Circolo Ambiente Ilaria Alpi di Alzate Brianza,

 Circolo Fotografico d’Inverigo,

 Comitato Civico “Progetto in Comune” di Tavernerio,

 Comitato per il Parco Regionale della Brughiera,

 Comitato per l’ampliamento del Parco Brianza Centrale,

 ProLoco Cremella.

contatti

COMUNICATO STAMPA DEL 03 AGOSTO 2018

Published by:

Buongiorno,
in questo torrido agosto inviamo un COMUNICATO STAMPA, già apparso su qualche testata giornalistica, contro le recenti dichiarazioni di diversi politici locali e nazionali riguardanti la richiesta di finanziare il secondo lotto della tangenziale di Como e far ripartire il sistema Pedemontana Lombarda.

Il Comunicato è sottoscritto da diverse sigle e associazioni, compresa la nostra, che da decenni cercano di tutelare gli ultimi territori verdi a nord di Milano che, con questi progetti di infrastrutture “strategiche” devastanti e inutili, sono a rischio di “estinzione”.
Molte altre associazioni stanno per sottoscrivere questo documento a dimostrazione del fatto che non esiste solo un “pensiero unico” che ritiene sciaguratamente che le “grandi opere” sono la soluzione di tutti i nostri problemi. Ci siamo anche “noi tutti” che abbiamo un modo di pensare il futuro dei nostri territori diverso e sicuramente sostenibile a livello ambientale e sociale.
Speriamo che questo possa essere il preludio per iniziare un percorso comune per contrastare questi progetti qualora si continuasse imperterriti a riproporli.
Vi chiediamo di far circolare fra i vostri conoscenti e amici questo documento visto che sulla stampa passano soprattutto le posizioni di chi ha in mente solo le “grandi opere” che devasterebbero gli ultimi lembi sopravvissuti di Brughiera e del passato-presenterurale brianzolo.
Con questo vi auguriamo comunque un buon Ferragosto, dovunque lo passiate, e vi rimandiamo a settembre per le nuove attività e iniziative con noi in Brughiera ma non solo.
Cordiali Saluti.

comunicato-stampa-definitivo-03-08-2018

Clicca sulla foto per ingrandire il comunicato stampa

contatti

Eremo Monte Barro

Published by:

Segnaliamo e vi invitiamo a passare a vedere questa mostra fotografica.

img-20180606-wa0003

Clicca sulla foto per ingrandire la locandina.

img_20180617_094722 img_20180617_094708

Ecco qualche foto della mostra.

img_20180617_094920

Il panorama che si può ammirare dal eremo.

 

Nella mattinata di domenica 17 giugno 2018 si è svolta la tavola rotonda con i gruppi di salvataggio anfibi del Triangolo Lariano, eravamo presenti anche noi.

img_20180617_113826

 

contatti

RESOCONDO CAMMINATA “A PIEDI NUDI IN RISERVA”

Published by:

Uno scoiattolo, simpatico e birbante, dalla coda soffice e folta,

dscn4930

un sole caldo e splendente in un cielo limpido e terso,

dscn4939

alberi dalle foglie nuove e lucenti di un bel color verde smeraldo, frotte di allegri girini neri in un acqua  limpida, svassi danzanti in mezzo al lago, un concerto di rane che da tempo non si udiva, il “nostro” nuovo castagno con timide foglioline appena spuntate: questo era il favoloso  scenario che ha accolto  i partecipanti , domenica mattina 6 maggio,  al giro a piedi nudi attorno al nostro lago, giunto alla sua terza edizione.

img-20180508-wa0015

Alfio Caronti, dottore in Chiropratica e in Scienze motorie, era la guida e, nella sua introduzione iniziale, ha spiegato l’importanza  del camminare a piedi nudi.

img_0949

Ha sottolineato come i poveri piedi fin da subito, siano costretti in calze e scarpe e perdano così la loro sensibilità.

img-20180508-wa0000

Occorre perciò riabituarli piano piano a trasmetterci quelle bellissime sensazioni che abbiamo perso, restando a contatto diretto con il terreno.

img_0943

E’ importante però, quando si cammina a piedi nudi, sostiene sempre Alfio Caronti, non guardare per terra ma ammirare il paesaggio  che ci circonda per unire le benefiche sensazioni del corpo a quelle della mente e dell’anima.

E questo lo si può provare magnificamente in un ambiente come la nostra Riserva che diventa così un ambiente molto particolare dove si può vivere intensamente quel senso di rispetto e di amore che tutti i visitatori dovrebbero provare quando si trovano a passeggiare tra le stradine che si snodano lungo il bordo del lago.

img_0956

Le piogge hanno reso più soffice il terreno e hanno così facilitato il cammino dei  coraggiosi partecipanti che all’inizio erano molto titubanti, ma poi, strada facendo, hanno camminato con una certa scioltezza.

I passanti guardavano dapprima  con diffidenza e chiedevano spiegazioni e, ricevendo risposte positive, alla fine alcuni si sono uniti al gruppo togliendosi le scarpe pure loro.

img_0973

Ma, naturalmente, dietro a tutto questo c’e’ un grosso lavoro effettuato dai volontari de L’Ontano.

Infatti nei giorni precedenti e la mattina stessa della domenica  hanno fatto giri attorno al lago per ripulire tutti i sentieri, svuotare tutti i cestini dei rifiuti, raccogliere sterpaglie ingombranti e altre possibilità di pericolo per dare la certezza ai partecipanti di vivere appieno e con tranquillità la loro speciale esperienza.

Due note negative: la prima quella della grande quantità di rifiuti  lasciati  accanto ai raccoglitori da persone poco educate ed incivili; la seconda dovuta allo sfrecciare di biciclette che hanno intralciato il cammino, costringendo i partecipanti  a soste e cambiamenti di  strada.

Un grande desiderio dei soci del Gruppo è quello di  vedere questa loro iniziativa riconosciuta ufficialmente anche dai dirigenti del Parco e magari “segnalata” con una cartellonistica ufficiale.

Naturalmente va sottolineato  che questa esperienza può essere fatta in qualsiasi momento dell’anno da singoli o da gruppi.

E speriamo che siano sempre più numerosi e ….rigenerati !

img-20180508-wa0001

contatti

DOMENICA 20 MAGGIO 2018: “BIOBLITZ 2018″

Published by:

Vi segnaliamo questa iniziativa presso la Riserva del Lago di Montorfano, clicca sulla foto per visualizzare il volantino.

32430417_1937700419597232_5455765079137976320_o

Il programma prevede due escursioni guidate da esperti naturalisti e dalle GEV,  per osservare e “mappare” le specie presenti:  i partecipanti potranno fotografare gli esemplari  individuati e condividerne l’immagine e la posizione sulla piattaforma web internazionale iNaturalist.org, la “banca mondiale della biodiversità” che ognuno  può arricchire con le proprie segnalazioni.

Per info e prenotazioni contattare il Parco Valle Lambro: eventi@parcovallelambro.it   Tel. 0362 970 961 / 2  

Ritrovo in Piazza Roma vicino al monumento dei caduti negli orari indicati nel volantino.

Vicino la piazza ci sono parcheggi graduati dove lasciare le macchine.

Vi aspettiamo.

 

contatti

DOMENICA 6 MAGGIO 2018: “A PIEDI NUDI NELLE RISERVA”

Published by:

Grandi e piccini, giovani e meno giovani, tutti sono invitati a partecipare ad una passeggiata rigenerante…..

Ritrovo ore 9,00 presso il parcheggio del Cimitero, via Molino a Montorfano.

volantino_06-05-18_2_001

Clicca sulla foto per ingrandire locandina.

 

 Per vedere cosa è successo l’anno scorso

 http://www.gruppoontano.org/wordpress/?p=917

E per ulteriori informazioni vedi anche questo articolo

http://www.gruppoontano.org/wordpress/?p=892

 

 

Qui di seguito trovate la liberatoria da compilare e consegnare alla partenza, Vi ringraziamo per la collaborazione.

liberatoria_001 liberatoria_002