contatti

POSA BARRIERE PER CAMPAGNA SALVATAGGIO ROSPI 2018

Published by:

Nella mattinata di domenica 4 febbraio, l’ associazione l’Ontano ha cominciato la posa delle barriere x la campagna salvataggio rospi. Si ringrazia la collaborazione delle Gev della provincia di Como Luca e Davide. Come ogni anno cerchiamo volontari; visitate il nostro sito o la pagina di fb, o scriveteci a: associazione@gruppoontano.orgfoto1 foto2 foto3 foto4 foto5 foto6  foto8

 

contatti

CAMPAGNA SALVATAGGIO ROSPI 2018

Published by:

La nostra associazione si sta preparando alla nuova, imminente, campagna di salvataggio rospi 2018,
è prevista per mercoledì 31 gennaio ore 21.00 presso la nostra sede (via al Dosso 1 – Montorfano – vicino scuole elementari cancello sulla sinistra) la riunione di coordinamento volontari.

Come ogni anno cerchiamo nuove persone disposte ad unirsi ed impegnarsi in questa attività importantissima di salvataggio, dedicando qualche ora alla settimana.

Durante la riunione verrà spiegato ed illustrato l’attività, oltre a questo, si organizzerà i turni e la posa delle barriere (previsto per sabato 3 e/o domenica 4 febbraio in mattinata).

Vi aspettiamo numerosi, non mancate!!!!

CuccioloCOPPIETTAmaschietto[1]coppia[1]Lino-1-19

contatti

COMUNICAZIONE IMPORTANTE

Published by:

Comunichiamo a tutti i volontari che negli anni precedenti hanno partecipato attivamente alla campagna salvataggio anfibi che, nella serata di mercoledì 31 gennaio alle ore 21 presso la sede di via al Dosso 1 a Montorfano, si terrà la riunione di coordinamento dei partecipanti! CHIEDIAMO GENTILMENTE DI DIFFONDERE LA NOTIZIA AD AMICI E CONOSCENTI!

VI ASPETTIAMO NUMEROSI!!!

L’ Associazione

contatti

SALVIAMO LA RISERVA DEL LAGO DI MONTORFANO

Published by:

Clicca sulla foto per ingrandire

volantino-tutela-riserva-montorfano_001

 

Siamo preoccupati perché alcuni portatori di interessi privati stanno cercando di demolire il Piano di Gestione, mentre chi dovrebbe farlo rispettare non agisce con l’adeguata forza e coerenza.

Ecco l’articolo del “La Provincia” del 03 novembre 2017 (clicca sulla foto per ingrandire)

articolo-la-provincia-03-11-17

 

Ricordiamo:

il nostro articolo del 8 settembre 2017 

http://www.gruppoontano.org/wordpress/?p=806

il nostro comunicato stampa del 27 luglio 2017

http://www.gruppoontano.org/wordpress/?p=762

contatti

Giovedì 21 dicembre 2017

Published by:

Sembra impossibile, ma finalmente si è compiuto oggi un passo importante per la tutela di una grande area a verde della Regione Lombardia: 

è sta approvata la legge regionale (PDL 372) che determina l’accorpamento di importantissime aree a verde di 13 Comuni della Brughiera al Parco Regionale delle Groane, dando seguito ad un “sogno” che tanti di noi e di voi hanno perseguito con costanza ormai da più di trent’anni.

Inutile sottolineare che questo è solo l’inizio di un percorso da compiere, magari impegnativo, che però finalmente si è avviato!

Tanta strada ancora da fare per dare seguito alla tutela qui sancita con altri 11 Comuni della Brughiera che – a nord – sono rimasti ancora fuori da questa grande operazione di tutela Regionale. Comuni che speriamo possano decidere prima possibile di aderire a questo progetto con una nuova proposta di aggregazione al neonato accorpamento Groane-Brughiera.

Sarà questo uno dei nostri futuri impegni: convincere anche queste Amministrazioni Comunali a tutelare i propri territori a verde, con l’obbiettivo di consegnare alle future generazioni un territorio protetto dalle continue espansioni urbane delle nostre città. 

Da qui riprendiamo il lavoro e l’impegno che da tanti anni ci hanno visto coinvolti per la tutela della Brughiera, confidando anche nel Vostro importante ed indispensabile appoggio. Le attività e le escursioni nei nostri boschi non si esauriscono con ciò che abbiamo già fatto, piuttosto dovranno essere ancora più interessanti e puntuali sulle questioni ambientali di questo nuovo e grande Parco Regionale.

Alleghiamo alla presente il nostro Comunicato Stampa e l’elenco dei Comuni della Brughiera che sono da oggi compresi nel Parco Regionale.

COMITATO PER IL PARCO REGIONALE DELLA BRUGHIERA 

Comunicato stampa (clicca sulla foto per ingrandire)

comunicato-stampa-21-12-2017_001

comunicato-stampa-21-12-2017_002

Elenco dei Comuni della Brughiera  (clicca sulla foto per ingrandire)

comuni-brughiera-nel-parco-groane-brughiera-2017_001

Foto

gruppoconimg-20171221-wa0009

img-20171221-wa00001-1

contatti

LA FESTA DEGLI ALBERI – LA POSA DEL NUOVO CASTAGNO

Published by:

_lb53782-1 _lb53803-1 _lb53806-1 _lb53842-1 _lb53849-1

Il 21 novembre ricorre la festa degli alberi ” (con rifermimento alla circolare del Ministero dell’Agricoltura e delle Foreste del 1951), per questo motivo abbiamo scelto questa data per mettere a dimora un nuovo castagno nella zona che porta come toponimo il nome della pianta; ovvero castagno.

In questa zona di riserva, che si affaccia sulle rive del lago, c’era un bellisimo e secolare castagno. Purtroppo a causa di malattie ed intemperie intorno al 2016 è caduto e giace tuttora morente sul bordo del lago.

Nella mattinata di martedì gli alunni della scuola elementare primaria di Montorfano hanno messo a dimora la nuova pianta, messa a disposizione gratuitamente dalle famiglie  Barbavara-Merry del Vall, proprietari del terreno.

Alla manifestazione/cernimonia abbiamo voluto invitare: l’Amministrazione Comunale, l’ente gestore della riserva Parco Valle Lambro e il parroco Don Felice.
Insieme al Sindaco era presente anche l’Assessore per l’ambiente. Il Sindaco nel suo intervento ha sottolineato come la Riserva sia un bene prezioso da rispettare e da proteggere; ha invitato i ragazzi a farsi carico della tutela della Riserva e soprattutto del nuovo castagno, ha chiesto loro di “curare” la nuova pianta e mostrarla con orgoglio ai genitori nelle visite in Riserva, perché  non ci sono solo i supermercati dove passare le domeniche, una bella passeggiata nel bosco fa bene e soprattutto ci rende attenti osservatori del nostro territorio.
Don Felice ha ricordato la figura di un grande Santo, Francesco, che chiamava ” fratelli ” tutti gli elementi naturali e del grande papa Francesco che ha sottolineato nella sua Enciclica “Laudato si” l’importanza del “creato”, di quella casa comune in cui viviamo. Sono risultati commoventi i confronti tra la bellezza della Riserva e i poveri paesaggi dei primi tempi del suo impegno sacerdotale.
Purtroppo non si è presentato nessuno del Parco Valle Lambro e non abbiamo avuto nesun messaggio/giustificazione per la loro assenza.

L’associazione L’Ontano ha voluto organizzare questa manifestazione in collaborazione con le insegnati per dare un segno di continuità storica oltre che affettiva a quelle che erano le memorie e le tradizioni di tutti gli abitanti del paese e per sottolineare l’importanza della biodiversità in una Riserva come la nostra.

Ringraziamo le insegnanti che con entusiasmo hanno aderito a questa iniziativa.

contatti

Martedì 21 novembre si ricorda la Festa degli Alberi che fa riferimento alla circolare del Ministero dell’Agricoltura e delle Foreste del 1951.

Published by:

La nostra associazione in comune accordo con le Insegnanti delle Scuole Elementari di Montorfano ha organizzato per la mattinata di martedì 21 novembre di piantare un nuovo castagno per sostituire quello che svettava alcuni anni or sono in una località particolare sulle rive del nostro lago a cui aveva dato il nome.

Questo serve per dare ai ragazzi un segno di continuità storica, oltre che affettiva, a quelle che erano le memorie e le tradizioni di tutti gli abitanti del paese e per sottolineare l’importanza della biodiversità in una Riserva come la nostra.

Chi vuole essere presente il ritrovo è previsto per le ore 9,30 circa al “Castagno” per chi non sa dov’è questo luogo ci ritroviamo per le ore 9,00 alla scuola elementare in via Al Dosso a Montorfano, siete tutti invitati.

contatti

DISEGNI SUL MONTE ORFANO FATTI DAI BAMBINI DELLA SCUOLA PRIMARIA DI MONTORFANO

Published by:

L’ultimo giorno di scuola come avviene da diversi anni, i volontari de L’ Ontano hanno accompagnato sul Monte i ragazzi della scuola Elementare  di casa nostra.

Non è stata solo un’uscita di fine anno, ma l’occasione per far “vedere” ai ragazzi i luoghi che hanno reso celebre il nostro paese nel corso di parecchi secoli.

Il giudizio su questa esperienza è stato, come già detto, positivo tanto che si vorrebbe ripeterla  ancora, ampliandola e caricandola di altri contenuti, magari più approfonditi. 

Al termine della visita i ragazzi erano stati invitati ad esprimere, attraverso un disegno, ciò che era sembrato più bello, più emozionante o più interessante.

I loro lavori sono qui esposti e ci permettono di fare alcune osservazioni molto importanti.

Prima di tutto va detto che i disegni non vanno commentati dal punto di vista artistico perché non era questo lo scopo e anche l’allestimento, molto artigianale, non deve far pensare ad un’iniziativa di poco conto.

 La collocazione, nell’atrio del Municipio, serve a dare importanza e rilievo ai lavori dei ragazzi che hanno come finalità la “scoperta” del Paese in cui viviamo.

Ognuno di loro ha rappresentato nel proprio elaborato,  un aspetto caratteristico di ciò che ha visto .

Sono stati evidenziati in modo puntuale: la forma del monte, la sua particolarità geografica che lo caratterizza e lo rende unico, la “storia” con i resti del castello, il paesaggio naturale,  animale e vegetale, la bellezza  della “cima” attrezzata per far vivere momenti di gioco, di svago e di socializzazione, oltre che per ammirare un panorama  veramente unico, il richiamo al “rispetto  ambientale” che si manifesta anche nel “lasciare pulito” l’ambiente  portando a casa i propri rifiuti, il comportamento “ordinato” che  si  deve necessariamente  avere  quando  si  cammina  nella natura…..

Questi sono tutti MESSAGGI molto importanti che si spera  rimangano ben chiari e radicati  in ogni ragazzo.

Messaggi che possono essere considerati il punto di partenza per un approccio di “conoscenza” vera e corretta per poi passare a qualche cosa di più importante e complesso che porta all’ “amore” per la natura e di conseguenza al suo rispetto e alla sua tutela, come bene fondamentale per la vita di ogni uomo.

f1 f2

“Il nostro lago, le nostre colline costituiscono un paesaggio che non è solo lo scenario al nostro vivere quotidiano che magari avvertiamo solo distrattamente, ma è qualche  cosa  di cui  facciamo  parte e  che  è dentro di noi. Il paesaggio è il risultato dell’interazione  tra  l’uomo e il suo ambiente  naturale nel corso dei secoli, archivio vivente  del nostro  passato, è la realtà presente  della  nostra  vita  quotidiana. Un bene prezioso, un  bene  comune  da  salvaguardare  e  tutelare. E  fare  memoria  di questo è la base su  cui  costruire  il nostro  futuro”   (Silvia Fasana) 

f3 f4

“Scoiattoli,  querce,  ruscelli,  nuvole  e rocce non  sono  solo  elementi indispensabili  per la vita materiale, ma anche per l’ equilibrio spirituale di un Essere umano che oggi ha perso il contatto con il mondo di cui è parte”  (Luciano Valle)

 

f5 f6 

 “L’ ambiente  è un bene collettivo,  patrimonio  di tutta  l’umanità e responsabilità di tutti. Chi ne possiede  una  parte è solo  per amministrarla  a beneficio  di  tutti. Tutti  possiamo collaborare… per la cura della Creazione, ognuno con la propria  cultura ed esperienza, le proprie iniziative e capacita.” (Papa  Francesco)